Giancarlo Toloni (Docente di Lingua e cultura ebraica nell'Università Cattolica del Sacro Cuore - Sede di Brescia)

Terrà una conferenza su:

La Bibbia ebraica Soncino di Brescia

Venerdì 23 giugno 2017 alle ore 17.30
in Palazzo Tosio, Via Tosio 12


   Si tratta della Bibbia ebraica che Gershom Soncino stampò a Brescia nel 1494. Essa costituisce la terza Bibbia ebraica completa apparsa a stampa dopo l’editio princeps di Soncino del 1488, e quella tirata a Napoli tra il 1491 e il 1492. Essa è anche la prima Bibbia tascabile nella storia del libro.

   Il tipografo, trasferitosi da Spira (Renania) a Soncino, da cui prese il nome, e in seguito a Brescia, in questa Bibbia lasciò in bianco la metà superiore della pagina iniziale dei cinque libri della Torah, perché – sul modello degli incunaboli latini – fosse riempita dalla scritta a mano del­l’incipit, abbellito da fregi e miniature. Di fatto ciò fu eseguito in uno dei due esemplari posseduti dalla Biblioteca Queriniana di Brescia e in quello di Leida, che presentano splendide miniature.

   È da questa edizione bresciana, e precisamente dalla copia solitamente designata come “Bibbia di Berlino” – dal nome della città in cui è conservata –, che Martin Lutero effettuò la sua traduzione dell’Antico Testamento in lingua tedesca, pubblicata nel 1534.