L’Accademico storico dell’arte Valerio Terraroli

terrà una conferenza sul tema:

Arte e Rivoluzione.

Parabola di un’utopia ad un secolo dalla Rivoluzione d’ Ottobre 

Venerdì 15 dicembre 2017., ore 17.30
in Palazzo Tosio, via Tosio 12


   Nella storia delle Avanguardie artistiche del Novecento, solo l’Avanguardia russa si misurò realmente con l’applicazione dell’utopia nella realtà sociale, politica e ideale della società rivoluzionaria: “Arte/Vita” e “Arte per tutti”, parole d’ordine del Modernismo di inizio secolo, trovarono negli artisti impegnati prima nella rivoluzione bolscevica e poi nella normalizzazione dello stato socialista sovietico degli interpreti di straordinaria efficacia, capaci di dar vita a formulazioni originali, a ideazioni creative e a progetti di largo respiro con l’obiettivo di fare dell’arte nuova lo strumento comunicativo più efficace di una società nuova. In bilico tra astrazione e realismo, tra propaganda ideologica e consolidamento di valori etici condivisi, l’arte russa tra il 1917 e il 1932 fu un fondamentale laboratorio di fermenti e invenzioni per la cultura contemporanea.